Chi è E.T.?-Intimografia 4- @criticaarte #contemporaryart #arte

img_5388-et

Prosegue il ciclo delle “Intimografie”, in cui mi pongo nella condizione di espormi completamente indifesa di fronte all’osservatore, condividendo la parte più intima di me stessa.

E’ la volta della condivisione di una pagina del mio diario personale.

“Chi é E.T.? – INTIMOGRAFIA 4” cerca di rendere esplicite con l’aiuto dell’immagine le domande che l’arrivo di una nuova vita scatena nella testa di un bambino.

“Da dove arriva questo bambino che prima non c’era? Perciò: dov’ero io? Sono forse come E.T. che proviene da mondi sconosciuti?”

E’ una domanda che tutti, prima o poi, ci siamo posti. Fortissima è la sensazione di sentirsi diversi, inadeguati a questo mondo, come se provenissimo da un luogo lontano che nulla ha a che fare con l’universo tangibile in cui siamo precipitati.

“Mi sentivo, vicino agli altri, insulso, triste, sgradevole, imbarazzante e imbarazzato a un tempo… poiché restavo uno straniero tra gli altri, come chi ritorni dai trapassati.” dice André Gide, e io non posso certo dire di meglio.

Crescendo, la parte razionale del nostro cervello è costretta ad accettare la nuova condizione, ma il senso di estraneità e diversità non ci abbandona davvero mai.

Annunci

Informazioni su giuseiannello

Pecco in parole, opere (e omissioni). Tratto sul serio: pittura e scrittura
Questa voce è stata pubblicata in arte, Farina del mio sacco, PITTURA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...