L’ombra del vento oscura la vita @CircoloLettori #libri @Librimondadori

L’OMBRA DEL VENTO
di Carlos Ruiz Zafon
l'ombra del vento

Avevo iniziato a leggere “L’ombra del vento” qualche anno fa e l’avevo abbandonato perché la lettura del libro, anziché rilassarmi, mi agitava.
Sono convinta che l’incontro con una certa storia segua gli stessi meccanismi dei rapporti tra le persone. Perché l’incontro dia buoni frutti, occorre che avvenga nel momento giusto, non un giorno prima, non un minuto più tardi.
Siamo in continuo divenire, e le sinergie che si creano dipendono da tantissimi fattori, non ultimo lo stadio della nostra evoluzione spirituale nel momento dell’incontro.
Forse qualche anno fa non era ancora il momento giusto, visto che l’ho ripreso l’altro ieri e non sono riuscita a smettere di leggerlo fino a quando non l’ho finito.
Zafon ci parla anzitutto di letteratura, intesa come massima espressione dell’essenza dell’autore. Il libro ritrovato” per caso” da Daniel trascende la sua fisica natura, diventa maledetto perché maledetto è colui che l’ha scritto. La vita di Carax nasce dal tradimento e dal peccato di una relazione extraconiugale, prosegue nell’amore totalizzante e incestuoso per la sorellastra Penélope che porterà alla morte violenta di lei e del frutto del loro amore.
Tutti coloro che lo amano soffriranno a causa di Carax e questa tragica consapevolezza lo porterà a trasformarsi nel mostruoso personaggio che egli stesso ha creato nella finzione letteraria. Tenterà di distruggere tutte le tracce che ha seminato lungo il suo percorso creativo, ma riuscirà solo in parte a cambiare il corso degli eventi, che sembrano ineluttabilmente seguire un destino di morte già tracciato.
Solo il giovane Daniel, in cui Carax rivede il se stesso di tanti anni prima, sarà messo in condizione di portare a compimento il rapporto d’amore con Beatrice e a darle un figlio in cui la passione per la letteratura potrà ancora una volta perpetuarsi.
Magistralmente tratteggiata e commovente è la figura di Nuria Monfort, tragica e tenera, forte e fragile nello stesso tempo, nella quale ogni innamorato non corrisposto può identificarsi.
Per Carlos R.Zafon la vita di ogni personaggio è inestricabilmente legata a quella degli altri, è il tassello di un puzzle dove le legittime aspirazioni alla felicità degli uni si contrappongono alla micidiale volontà di distruzione e di morte degli altri.
Il tutto è narrato con stile preciso ed elegante, capace di ricreare una Barcellona fredda, piovosa e grigia in cui il lettore viene completamente immerso e può solo subire lo svolgersi ineluttabile degli eventi.
Da leggere sicuramente

Annunci

Informazioni su giuseiannello

Pecco in parole, opere (e omissioni). Tratto sul serio: pittura e scrittura
Questa voce è stata pubblicata in arte, RECENSIONI LIBRI e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...