Secondo natura “Ho fatto nascere gli animali”,diario di un veterinario @La_Stamberga

 

ho fatto nascere gli animali

    Questa è la storia di uno di noi (come direbbe Celentano) che di professione fa il veterinario, e per passione scrive libri.
Ho incontrato l’autore in occasione di un seminario di letteratura e, come sempre, gli interessi comuni fanno da collante pur nelle grandi diversità caratteriali. Ho così scoperto che, oltre a essere una bella persona, Silvio Marenghi è uno scrittore che vale la pena di leggere.

“…Se dico che la Natura è dura, intendo dire che è il contrario di tenera…Perché noi ragioniamo scioccamente sempre e soltanto dal punto di vista nostro egoistico.”
Questa è la grande lezione che Silvio Marengo, veterinario e scrittore, ha dovuto imparare in tanti anni di mestiere a contatto con gli animali e con le imprescindibili priorità della Natura, e questo è ciò che ci trasmette nel suo ultimo libro. Il veterinario non può far altro che assecondarne le leggi, intervenendo con la propria esperienza là dove l’ingegno umano ha escogitato un qualche sistema per agevolare il corso naturale delle cose. Ma spesso deve arrendersi, e non lo vive come una sconfitta, perché, come ha detto l’autore, “la morte fa parte della vita.”
Questo diario è dedicato prevalentemente al momento della nascita nelle varie specie del mondo animale, e si rivela poetico a dispetto delle crude verità che racconta. L’affacciarsi di una nuova vita è sempre un momento magico, perché ci tocca tutti e riguarda ognuno di noi. Un esserino si affaccia alla “porta del mondo”, come Silvio Marengo definisce spesso quella che per Courbet era “L’origine du monde”, ed è inevitabile che vada a interferire con gli equilibri del suo microcosmo, e attraverso i collegamenti esterni che ha ogni componente di esso, con il mondo intero.
Lo stile è sobrio, una parlata appena più raffinata, come è giusto che sia, come è “naturale”.

Annunci

Informazioni su giuseiannello

Pecco in parole, opere (e omissioni). Tratto sul serio: pittura e scrittura
Questa voce è stata pubblicata in RECENSIONI LIBRI. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...