Scomparso lo scrittore Dino De vincenzi, @CurcioEditore; grande cordoglio a @Quivigevano

Il post di oggi doveva essere un altro, ma non posso fare a meno di scrivere due righe sull’improvvisa scomparsa del giornalista e scrittore Dino De Vincenzi, autore di saggi e libri sull’antico Egitto e del recente “I Nove pilastri” (ed. Curcio). Per chi volesse conoscerlo meglio, segnalo questa biografia di Rolando di Bari http://sdslingo.blogspot.it/2012/12/bernardino-de-vincenzi-una-breve.html
L’ho visto una quindicina di giorni fa a Libriamoci, il piccolo salone degli autori vigevanesi.
Ci siamo scambiati i libri, gli ho promesso una recensione; questa è una promessa che manterrò di sicuro, specialmente adesso che lui non c’è più.

piccolo salone del libro Vigevano

Gli avevo chiesto di tenere qualche lezione di egittologia in Biblioteca, e mi aveva detto “Vai avanti, organizza, vengo davvero volentieri”. Era un progetto che risaliva a qualche mese fa; ne avevamo parlato, ma  non se n’era ancora fatto niente, per tanti motivi.
Con mia grande sorpresa, nei due giorni successivi aveva letto il mio primo libro, e mi aveva subito inviato qualche sms per dirmi che gli era piaciuto, che aveva ritrovato tanto della sua giovinezza in quel testo: i luoghi di Vigevano, la militanza in GS., la gioventù studentesca di Don Comelli, “per poi aderire alla sinistra, pur rimanendo sempre un convinto cattolico praticante”. M’ informò che era stato tra gli organizzatori della festa di cui parlo nel libro, aveva addirittura scritto l’introduzione all’opuscolo stampato in quell’occasione.
Quanti progetti ancora da realizzare, quante parole da scrivere, quanto aveva ancora da dare Dino De Vincenzi?
Non conosco i motivi della sua repentina scomparsa, ma ancora una volta tutto questo mi fa riflettere su quanto sia volatile la vita. Eppure niente sembrava più solido di quest’uomo, fisicamente e psicologicamente. Aveva perseguito con costanza i suoi obiettivi, arrivando a mete encomiabili; era innamorato e felice della sua famiglia, realizzato anche negli affetti.
In un attimo, in un giorno qualsiasi di novembre, tutto  ciò è finito.
Per fortuna l’amore che ha saputo dare, e ricevere, rimane immutato – in questa triste circostanza amplificato-  nel cuore di chi gli ha voluto bene, e anche il ricordo degli amici e dei conoscenti resta vivo, finché queste persone saranno in vita.
E poi  rimangono i libri, le parole scritte; questi, almeno per un po’, resteranno. Forse per sempre.

Annunci

Informazioni su giuseiannello

Pecco in parole, opere (e omissioni). Tratto sul serio: pittura e scrittura
Questa voce è stata pubblicata in Farina del mio sacco, letteratura e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Scomparso lo scrittore Dino De vincenzi, @CurcioEditore; grande cordoglio a @Quivigevano

  1. Mauro ha detto:

    ciao Dino, ti volevamo tutti bene perchè eri una brava persona. A pensarci tornano alla mente mente i ricordi e le immagini delle giornate passate in compagnia tra i monti del trentino che amavi molto. Un ultimo saluto e buon viaggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...