Biancaneve è finita

foglie acero autunnali

Mille colori d’autunno
ai tuoi piedi si stendono,
gocce di sole al tramonto
accolgono morbide i passi
che verso me ti portano.

Mi cingerai il fianco
e mordendomi il labbro
il tuo alito di sottobosco
si poserà sulla mia guancia inerme
come albero che s’arrende
e all’avanzare dei giorni cede foglie
al suolo perché siano feconde.

Mi porterai nell’angolo
più buio del giardino
per donarmi, cacciatore pentito,
un cuore di cerbiatto.
Mi dirai sei tu la più bella,
mi dirai Biancaneve è finita.

Sento già i tuoi passi
appesantire il tappeto di foglie.
Arriva presto, amore,
prima che la tenebra scenda
a oscurar la mia casa
prima che gli aceri cedano
l’ultima foglia del ramo.

LAVINIA GRAZIONI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Informazioni su giuseiannello

Pecco in parole, opere (e omissioni). Tratto sul serio: pittura e scrittura
Questa voce è stata pubblicata in poesia, scrittura e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...