Aylan

Panorama

AYLAN era il tuo nome
di bambino spiaggiato
come si spiaggiano
i delfini smarriti
vittima incolpevole
delle guerre dei grandi
quei grandi tanto piccoli
da non saper proteggere
il crescere di giovani piante
umane in un mondo di bestie
feroci
feroci
dove conta il denaro
il petrolio l’inganno di bandiere
che sventolano sui pennoni
di mari in tempesta
ideologie paravento
di mari in tempesta.

Tranquillo è il tuo mare
lambisce il tuo viso sereno
nella liquida morte
piccola macchia rossa
inerte
nell’eterno movimento
dell’onda che muore.

 

Annunci

Informazioni su giuseiannello

Pecco in parole, opere (e omissioni). Tratto sul serio: pittura e scrittura
Questa voce è stata pubblicata in Farina del mio sacco, poesia, scrittura. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...