Wunderkammer XXI- L’intervista di Davide Maniaci

Riporto per intero l’intervista di Davide Maniaci de L’informatore vigevanese del 6.9.2018 agli Artisti del Gruppo Evuz Art:

DAVIDE MANIACI
Come interpretate la vostra visione della wunderkammer e come la adattate in chiave contemporanea?

EVUZ ART
L’idea di attualizzare la wunderkammer è nata, durante una riunione, da un discorso di Giuse Iannello a proposito del libro d’artista che presenta per la prima volta proprio in questo evento e che si ispira al misterioso Manoscritto Voynich; esso faceva parte della Wunderkammer dell’imperatore Rodolfo II d’Asburgo a Praga. Per la progettazione specifica e l’impostazione strutturale dell’installazione ogni componente del Gruppo ha dato un apporto, sia in termini teorici, sia pratici.
WUNDERKAMMER XXI

ANDROS
Da camera delle meraviglie a camera degli obbrobri contemporanei, riformulazioni estemporanee del DNA e feti in vendita come lattine di Coca Cola. Dalle finte attrazioni del passato alle reali atrocità del presente.

Andros lifeLIFE ®

SAMANTHA BONANNO
Ognuno di noi dovrebbe avere una camera delle meraviglie. Anche dentro sé stessi, un luogo reale o mentale dove conservare ciò che per noi è la meraviglia, dove conservare anche il senso della meraviglia. Il mio lavoro è questo: elementi naturali, pagine di libri, parole, emozioni, idee. È la ricerca della meraviglia.

41477353_1932591083466613_2151445076725727232_n

COME FUORI COSÌ DENTRO1

GERMANO CASONE
Wunderkammer è un fantastico contenitore di opere d’arte e di design ma, sopratutto, è contenitore di epoche: il vecchio contrapposto al nuovo. Una “scatola” che invita al confronto ed alla riflessione. “Il mondo dei semplici” contrappone, al mondo di oggi: delirante, smanioso e frenetico; un borgo medioevale dove viene dato risalto alla vita di comunità: quieta, pacata ed imperturbabile. La bambina si affaccia ad un mondo nuovo a garanzia di un futuro pulito e dabbene, per consentirci di sognare “Il mondo dei semplici”.
Casone città

IL MONDO DEI SEMPLICI

GIAMPIERO BONOMI

Evuz art ha visto nell’opera del compianto Giampiero lo stupore che la bellezza suscitava negli osservatori del passato e l’ha fortemente voluta perché è riuscito ad attualizzare quell’antica meraviglia attraverso linee essenziali e contemporanee.
20180910_105457

SENZA TITOLO

LORENZO LUCATELLI
La mia visione di Wunderkammer si è estrinsecata nel baule “della nonna”, che è una sorta di piccolo museo: raccoglie oggetti stravaganti anche di uso comune, piccoli tesori nascosti, testimonianze di un meraviglioso mondo passato che stupisce. Per contro, Cola table suggerisce che il riutilizzo di un bene di consumo può acquisire nuova bellezza attraverso la sperimentazione artistica.
LUCATELLI COCA

COLA TABLE

GIUSE IANNELLO
Sia l’opera “n1+n2=n3”, sia la performance “La ricchezza della diversità”, interpretano in chiave contemporanea il valore aggiunto in termini di qualità della vita (tema del Festival delle trasformazioni di quest’anno) che la specificità di ogni singolo componente dà a una collettività, a partire dal nucleo familiare fino ad arrivare all’habitat terrestre, e hanno l’intenzione di raccontare la meravigliosa peculiarità di ogni singola esistenza.
performance la ricchezza della diversità

Performance la ricchezza della diversità con Elisabetta Ubezio-musica di Valerio Incerto

PIERANGELO RUSSO
Nelle wunderkammer succedeva che meraviglie immaginarie diventassero tangibili, come i feti di drago, per esempio. Oggi, che ci stupiamo solo attraverso immagini virtuali, ho proposto un’installazione che coinvolge direttamente i sensi dell’osservatore, invitandolo a interagire con essa e a stupirsi del risultato.

20180910_112316
RIFLETTI-TI

PAOLO VECCHIO
Seguendo l’idea di wunderkammer come collezione di oggetti d’arte, ho dato un contributo attraverso il mio stile: con acrilico e pastello presento un’indagine sulla sovrapposizione della memoria attraverso il tempo, fino ad immergersi nella contemporaneità.
Vecchio Interferenze mnemoniche 1

INTERFERENZE MNEMONICHE 1 – acrilico e pastello

 

Informazioni su giuseiannello

Pecco in parole, opere (e omissioni). Tratto sul serio: pittura e scrittura
Questa voce è stata pubblicata in arte, arte contemporanea, attualità, eventi, installazione, Interviste, musica, performance, PITTURA, scrittura, scultura, teatro e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...